Trova una ricetta
Search
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in comments
Search in excerpt
Filter by Custom Post Type
  • Home
  • Pane
  • La Ricetta del Pane all’Olio Fatto in Casa

La Ricetta del Pane all’Olio Fatto in Casa

0 0

Condividi con i tuoi amici:

Oppure puoi copiare e condividere questo url

Ingredienti

250 g Acqua
50 g Olio Extra Vergine
500 g Farina 0 - 12% di proteine W240-260
1 Tuorlo d'Uovo
15 g Sale
6 g Zucchero
18 g Lievito di Birra (o 7g di Lievito Disidratato)

Aggiungi ai preferiti

Devi effettuare il login oppure registrarti per aggiungere un segnalibro

La Ricetta del Pane all’Olio Fatto in Casa

Ingredienti

Istruzioni

[recipe name=”Ricetta Pane all’olio” published=”27-02-2012″ totaltime=”140″ author=”VivaLaFocaccia” thumbnail=”http://vivalafocaccia.com/wp-content/2012/02/DSC_5840-50×50.jpg”][/recipe]

Era da tempo che volevo provare a fare il pane all’olio. Ho fatto un po’ di ricerche online e molte prove ed ho creato questa nuova video ricetta per fare in pane in casa. Ho deciso di realizzarlo senza usare l’impastatrice per tutti quelli che non dispongono della planetaria. Questo mi ha dato l’occasione per dimostrare una tecnica di impasto efficace che vi permette di sviluppare bene il glutine della farina, che e’ fondamentale per una buona lievitazione e riuscita del pane, senza che la pasta vi si attacchi alle mani.

Questo e’ un pane molto condito, relativamente veloce da fare, con una crosta piuttosto sottile ed un’alveatura fitta. Si mantiene bene per 2-3 giorni anche se fate dei panini piccoli. Se volete lo potete congelare crudo e cuocerlo con vostro comodo come spiegato in questo altro articolo.

Video Ricetta Pane all’Olio Fatto in Casa

Ingredienti Pane Fatto in Casa


  • 250 g Acqua
  • 50 g Olio Extra Vergine
  • 500 g Farina 0 – 12% di proteine W240-260
  • 1 Tuorlo d’Uovo
  • 15 g Sale
  • 6 g Zucchero
  • 18 g Lievito di Birra (o 7g di Lievito Disidratato)

Procedimento Pane all’Olio fatto in Casa

  • Sciogliete il lievito nell’acqua (tiepida a 30c specialmente d’inverno)
  • Aggiungete lo zucchero che serve a nutrire il lievito.
  • Aggiungete l’olio ed il tuorlo d’uovo
  • Miscelate il tutto

  • Aggiungete meta’ della farina (circa 250 g)

  • Iniziare ad impastare con un mestolo

  • Quando la farina e’ assorbita, aggiungete in sale. Questo farà n modo che il sale non venga a contatto diretto con il lievito.

  • Aggiungete circa 130-150g della farina rimanente
  • Impastate fino a quando la farina non stata assorbita dall’impasto

  • Spolverate il tavolo di lavoro usando un po’ della farina rimanente
  • Rovesciate l’impasto sul tavolo
  • Cospargete le mani di farina

  • Iniziate ad impastare a mano
  • Ogni volta che sentite che la pasta inizia ad attaccarsi alle mani o al tavolo di lavoro, spolverate un po’ di farina sotto e sopra la pasta, sempre prendendo la farina da quella che avete messo da parte dagli ingredienti iniziali. Questo farà che le proporzioni dell’impasto non vengano alterate.

  • Continuate ad impastare aggiungendo a poco a poco la farina fino ad ottenere un impasto compatto e raffinato. Questo e’ importante per sviluppare il glutine della farina che e’ fondamentale per una buona riuscita. Leggete qui per ulteriori informazioni a proposito

  • Coprite bene (il mio impasto ha fatto troppa crosta, avrei dovuto coprirlo con la pellicola trasparente)
  • Fate lievitare per un’ora circa

  • Tagliate l’impasto in pezzi da circa 100g senza stropicciarli

  • Schiacciate un pezzo alla volta a forma di rettangolo

  • Arrotolatelo su se stesso facendo due o tre pieghe

  • Disponete il rotolino con il taglio verso l’alto e arrotolatelo nuovamente nel verso opposto

  • Ecco il panino bello arrotolato. Questi giri daranno la forza al panino per lievitare verso l’alto e non afflosciarsi durante la lievitazione come spesso succede quando si fa il pane in casa

  • Adesso potete sbizzarrirvi in forme diverse, sempre dopo aver prima creato un rotolo di pasta come spiegato sopra.
  • Ecco per esempio un pane nodo. Guardate il video per altre idee.

  • Preparate una teglia con la carta forno

  • Se volte, potete bagnare la superficie dei panini e poi cospargere la superficie con semi di sesamo o altro a piacere

  • Coprite bene

  • Lasciate lievitare dai 45 ai 60 minuti seconda della temperatura che avete in casa. Potete sempre utilizzare il trucco di mettere il pane a lievitare nel forno spento con la luce accesa.
  • A questo punto potete anche congelarlo crudo e cuocerlo con vostro comodo come spiegato in questo altro articolo.

  • Ecco i panini dopo la lievitazione. Io li ho fatti lievitare un po’ troppo in questo esempio

  • Spruzzate la superficie con dell’acqua tiepida per ottenere una crosta più sottile e bella colorata.

  • Infornate a 220-230c a forno già caldo

  • Spruzzate un po’ di acqua per generare vapore nel forno o mettete un pentolino di acqua bollente nel forno durante i primi 10 minuti di cottura

  • Cuocete per 15-20 minuti a seconda del forno

Ecco l’alveatura

Buona panificazione ed alle prossima video ricetta

Ciao

Vittorio

Passaggi

1
Fatto

Sciogliete il lievito nell'acqua (tiepida a 30c specialmente d'inverno)

2
Fatto

Aggiungete lo zucchero che serve a nutrire il lievito.

3
Fatto

Aggiungete l'olio ed il tuorlo d'uovo

4
Fatto




Miscelate il tutto

5
Fatto




Aggiungete meta' della farina (circa 250 g)

6
Fatto




Iniziare ad impastare con un mestolo

7
Fatto




Quando la farina e' assorbita, aggiungete in sale. Questo farà n modo che il sale non venga a contatto diretto con il lievito.

8
Fatto

Aggiungete circa 130-150g della farina rimanente

9
Fatto




Impastate fino a quando la farina non stata assorbita dall'impasto

10
Fatto

Spolverate il tavolo di lavoro usando un po' della farina rimanente

11
Fatto

Rovesciate l'impasto sul tavolo

12
Fatto




Cospargete le mani di farina

13
Fatto

Iniziate ad impastare a mano

14
Fatto




Ogni volta che sentite che la pasta inizia ad attaccarsi alle mani o al tavolo di lavoro, spolverate un po' di farina sotto e sopra la pasta, sempre prendendo la farina da quella che avete messo da parte dagli ingredienti iniziali. Questo farà che le proporzioni dell'impasto non vengano alterate.

15
Fatto




Continuate ad impastare aggiungendo a poco a poco la farina fino ad ottenere un impasto compatto e raffinato. Questo e' importante per sviluppare il glutine della farina che e' fondamentale per una buona riuscita. Leggete qui per ulteriori informazioni a proposito

16
Fatto

Coprite bene (il mio impasto ha fatto troppa crosta, avrei dovuto coprirlo con la pellicola trasparente)

17
Fatto




Fate lievitare per un'ora circa

18
Fatto




Tagliate l'impasto in pezzi da circa 100g senza stropicciarli

19
Fatto




Schiacciate un pezzo alla volta a forma di rettangolo

20
Fatto




Arrotolatelo su se stesso facendo due o tre pieghe

21
Fatto




Quindi arrotolatelo. Questo passaggio e' fondamentale per dare forza al pane facendo sviluppare ulteriormente il glutine della farina.

22
Fatto




Disponete il rotolino con il taglio verso l'alto e arrotolatelo nuovamente nel verso opposto

23
Fatto




Ecco il panino bello arrotolato. Questi giri daranno la forza al panino per lievitare verso l'alto e non afflosciarsi durante la lievitazione come spesso succede quando si fa il pane in casa

24
Fatto

Adesso potete sbizzarrirvi in forme diverse, sempre dopo aver prima creato un rotolo di pasta come spiegato sopra.

25
Fatto




Ecco per esempio un pane nodo. Guardate il video per altre idee.

26
Fatto




Preparate una teglia con la carta forno

27
Fatto




Se volte, potete bagnare la superficie dei panini e poi cospargere la superficie con semi di sesamo o altro a piacere

28
Fatto




Coprite bene

29
Fatto

Lasciate lievitare dai 45 ai 60 minuti seconda della temperatura che avete in casa. Potete sempre utilizzare il trucco di mettere il pane a lievitare nel forno spento con la luce accesa.

30
Fatto




A questo punto potete anche congelarlo crudo e cuocerlo con vostro comodo come spiegato in questo altro articolo.

31
Fatto




Ecco i panini dopo la lievitazione. Io li ho fatti lievitare un po' troppo in questo esempio

32
Fatto




Spruzzate la superficie con dell'acqua tiepida per ottenere una crosta più sottile e bella colorata.

33
Fatto




Infornate a 220-230c a forno già caldo

34
Fatto




Spruzzate un po' di acqua per generare vapore nel forno o mettete un pentolino di acqua bollente nel forno durante i primi 10 minuti di cottura

35
Fatto








Cuocete per 15-20 minuti a seconda del forno

VivaLaFocaccia

Vittorio e Angelo sono i creatori e curatori di VivaLaFocaccia.com, il blog con le video ricette semplici per fare il pane in casa. Nato a Genova e cresciuto nel panificio di famiglia, con i suoi video tutorial Vittorio insegna i trucchi del mestiere a tutti gli appassionati e appassionate di arte bianca per fare il pane in casa come quello dei migliori panifici Italiani.

Recensioni Ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, utilizza il modulo qui sotto per scriverne una
ricetta-pane-fatto-in-casa-con-il-lievito-naturale
precedente
Ricetta Pane Fatto in Casa con il Lievito Naturale
la-video-ricetta-del-pane-ciabatta-fatto-in-casa
prossima
La Video Ricetta del Pane Ciabatta Fatto in Casa
  • Questo è un pane che faccio spesso, senza uovo, sono dei panini buonissimi!!!

  • provo subito domani!!!!

  • monika

    domani provo subito

  • claudia

    ecco direi di provare subito………… tanto oggi sono a casa con le bambine ammalate…..
    vi sapro’ dire.

  • El Tano

    due domandine
    1 – con l’impastatrice va bene lo stesso (omogeneizzando al massimo l’impasto)?
    2 – invece di spruzzare acqua mettere direttamente un pentolino nel forno?
    Saluti

    • 1 – si
      2 – si’ prova – Vittorio

      • El Tano

        Sono in forno. Sono bellissimi!!!>

        • El Tano

          Sono buonissimi!! Grazie Vittorio, ti voglio bene!!!

  • Monica M.

    Infatti volevo chiedere se era possibile non mettere l’uovo. A cosa serve nell’impasto? (è solo una mia curiosità)

    • Si, puoi farlo senza uovo. Non so bene a cosa serva. Ho voluto provarlo perche’ l’ho visto i alcune delle ricette alle quali mi sono ispirato – Vittorio

      • Monica M

        > Li ho fatti senza l’uovo e sono venuti benissimo, impasto soffice e a casa sono molto piaciuti. Dovrei provare a farli con l’uovo ma ho paura che li appesantisca. Ho fatto anche un cestino di pane con l’impasto delle biove :-), non ti dico che fatica perché non avevo lo stampo adatto ma alla fine ce l’ho fatta. Le foto le pubblico su fb. Un salutone.

  • claudia

    fatti… buonissimi e morbidissimi………. forse l’uovo appesantisce un po’….. ma veramente ce li siamo pappati in un batter d’occhio. grazie e alla prossima!!!!

  • anna

    Questo pomeriggio ho cotto i panini all’olio con semi di sesamo..sono riusciti benissimo.Grazie Vittorio, è una ricetta perfetta , dosi giuste,come non mi era mai capitato di avere. Sei molto bravo.. ti seguirò con molto piacere..la prossima ricetta che metterò in pratica sarà quella della focaccia.. grazie di nuovo ,ciao e buona serata!!

  • anna

    Grazie Vittorio!!!! La ricetta x i panini all’olio è perfetta..sono riusciti benissimo..sei molto bravo..ciao buona serata!!

  • veramente belli e lievitati questi panini,Vittorio!!io sto cercando di studiare la tua ricetta di rosette smollicate..provero’ a seguire lo stesso procedimento,adattando il lievito naturale… 😀

  • Paola

    Che spettacolo,che spettacolo!!
    Così parlò l’oracolo,
    che indicando il Gran Divino
    il futuro gli svelò.
    “Con la farina di grano duro,
    creerai un pane dalla forma di canguro,
    che con un balzo,dalla bocca nella pancia finirà,
    senza doverlo neppure masticar”!.
    Così il Divin Vittorio,per trovare l’ispirazione,
    nel refettorio si rifugiò,e senza indugi
    e con umiltà,creò quel pane che ancora oggi
    sfama pure chi i denti non ce l’ha!!

    Per ricambiare,e con grande stima
    per te che crei il pane,mentre “sforno” la rima!!

    Ciao,Paola T.

  • fabio

    Ma come fanno nei panifici a dare al pane il colorito “dorato”? a me viene “marroncino”…forse spennellano la crosta con l’albume d’uovo come nella ricetta delle brioches ?

    • Dipende da tanti fattori. L’uso del malto, il forno, il vapore nel forno. Prova a modificare la temperatur di cottura. Magari hai il forno un po’ alto – Vittorio

  • Carolina

    Vorrei sapere se lo posso mettere in congelartore l’impasto. Spiego: Vorrei fare la ricetta a casa ma come siamo solo io ed il marito sarebbe troppo pane per noi 2. Lo posso mettere in congelatore e far cuocere solo la quantità che desidero? O magari iniziare la cottura e poi mettere in congelatore per poi finire nel momento che voglio?
    Vorrei tanto una risposta.

    Grazie mille e un saluto da San Paolo, in Brasile!!!!

    • Puoi provare a congelarli dopo averli formati. Per cuocerli li tiri fuori la sera prima e li cuoci la mattina.

  • anna

    Grazie Vittori x avermi dato questa possibilità..ho già fatto due volte questi panini e ne siamo tutti soddisfatti..anche mio figlio e la sua ragazza li adorano..tra poco mi metto di nuovo ad impastare..per pubblicare la foto dei miei panini come devo fare? vorrei farti vedere come sono venuti bene..ciao buona giornata!!

  • Ciao Vittorio,
    ho fatto questi panini senza l’uovo e sono venuti benissimo. Molto morbidi e ben lievitati. Conservati in un sacchetto di carta sono rimasti buoni anche per il giorno dopo. Grazie per le ottime ricette!
    Ho tradotto la tua ricetta sul mio blog, fammi sapere se per te va bene.

    • Direi proprio id si!! Ti sono venuti bellissimi. Brava. Grazie per il link che ricambio qui. Il tuo link “Around the city” is broken – Vittorio

      • Claudia

        Grazie! Ho iniziato il mio blog da poco e il link “Around the city” e` ancora vuoto. Provvedo subito a pubblicare un post 🙂

  • Raffaela

    ciao a tutti specialmente a te Vittorio,
    innanzi tutto volevo dirti che sei stato la mia fonte di ispirazione per iniziare un’attività qui a Barcellona la mia patria adottiva da ormai 11 anni. Ho fatto i panii all’olio seguendo la base della tua ricetta aggiungendo nell’impasto passata di pomodoro, pomodori secchi a pezzetti, cipolla fritta secca e origano.
    Sono venuti spettacolari
    Li metterò nel menù
    Ah, non ho messo uovo

  • rossella

    Panini all’olio appena sfornati….uno SPETTACOLO! Grazie
    Ieri poi ho fatto anche la colomba e devo dire che non pensavo di poter avere un tale risultato, FANTASTICO!
    Grazie ancora, la prossima sara’ la focaccia….

  • Ciao Vittorio,
    ho rifatto questi panini congelandone una parte prima della seconda lievitazione. Quelli congelati sono venuti ancora piu` buoni perche` molto piu` leggeri e digeribili. Forse perche` la seconda lievitazione e` piu` lenta? Li ho tirati fuori dal frizer la sera, e li ho cotti la mattina.

    Grazie ancora per le ottime ricette!

    • Immagino di si’. E’ il bello di sperimentare – Vittorio

  • pamela

    Mmm.. un’ottima ricetta: grazie. I panini sono usciti ben lievitati e fragranti. Ogni volta che consulto il tuo sito è un successo assicurato: grazie ancora

  • pamela

    ps io non ho messo l’uovo per via di un difficile rapporto con la digestione ma l’esperimento è comunque riuscito 🙂

  • Moris

    Complimenti Vittorio,le tue ricette sono ben apprezzate anche qui a Bergamo.Ho fatto le tue focacce,le biove,pane vario ed ora questi squisiti panini all’olio.Hai abbinato il professionale al domestico in modo semplice e funzionale.Sei un grande!

  • Antonella

    Caro Vittorio, sono strafelice ho appeno sfornato i miei primi panini all’olio sono riusciti benissimo UN CALOROSISSIMO GRAZIE !!!!

    • Sono contento!! E’ una soddisfazione grande quando mi dite che le ricette funzionano!!!

  • Nicola

    E’ la prima volta che vedo usare le uova in una ricetta per il pane, c’è una ragione specifica oppure è un ingrediente che si può sostituire con altri liquidi?
    Complimenti come sempre Vittorio!

    • Lo puoi evitare o sostituirlo con acqua. Penso serva per due motivi 1 – mantiene il panino piu’ morbido e umido 2 – automenta il contenuto di proteine che pesno dia piu’ forza all’impasto (ma non sono sicuro)

  • renata

    Caro Vittorio vedo che usi il lievito di birra,ma se usassi il lievito a pasta dura avrei delle difficoltà? faccio per poterlo consumare dato che ne ho parecchio?e nel caso, in che proporzione?Grazie mi sei sempre molto utile!!!!!!!!!!!

  • Nicola

    Ho fatto i panini all’olio copiando pari pari la tua ricetta. Hanno lievitato molto bene ma a fine cottura li ho trovati… pesanti, tanto che ho dovuto togliere buona parte dell’interno che è risultato molto corposo per poterli assaporare meglio. Pensi abbia sbagliato qualcosa oppure con gli ingredienti domestici diventa difficile riproporre croccantezza e leggerezza del pane fresco acquistato dal fornaio?

  • Virna

    Stamani ho fatto questi panini allo l’olio,
    Veramente molto buoni, morbidi, fantastici.
    Un po’ delusa da quelli al latte che erano buoni ma nn avevano la morbidezza che ha il panino al latte!!!
    Ho anche l’impastatrice quindi sono stati impastati tutto il tempo giusto ,cmq erano buoni!!!

  • renata

    ho fatto i panini all’olio con il lievito naturale,sono venuti “fantastici” ho provato con l’uovo e anche senza sono venuti benissimo.si sono colorati un pò sopra poi ho messo la carta forno,sono soddisfatta!!!!!! grazie delle tue ricette!

  • alessandro giacchero

    ciao vittorio
    sto provando e riprovando fare le coppiette ferraresi
    stamattina ne ho ftte all’olio d’oliva e aggiunta di semi di lino per metà impasto
    -laltra metà ho aggiunto strutto.
    ti allego la ricetta base
    sapresti dirmi se ci siamo o se faresti in modo diverso??

    sera precedente

    300 gr farina Manitoba
    180 gr acqua
    10gr lievito di birra fresco

    Treccia
    La ricetta completa e’:

    1/3 biga
    300 gr farina 00
    150 gr acqua
    10 gr lievito di birra fresco
    20 gr olio extra oliva
    8 gr sale

    Sciolgo il lievito nell’acqua tiepida con un pizzichino di zucchero. Sciolgo la biga nell’acqua e lievito ..nn ho impastatrice tutto a mano.

    Grazie dell’attenzione vorrei arrivare a fare qualcosa di veramente buono se hai da migliorarmi
    grazie tanto
    Ale

    • > e’ difficile senza provare la ricetta. Direi che quelle tornite sono discrete ma quelle con il taglio non si sono aperte bene.
      Guarda questa ricette per vedere come dovrebbe essere il pane da taglio

      http://vivalafocaccia.com/2010/01/08/la-video-ricetta-del-pane-di-pasta-dura/

      Forse fa raffinata di piu’ la pasta (prova a cilindrarla con la macchina per la pasta)
      Comunque se vuoi imparare sul serio devi prenderti un’impastatrice

  • Serena

    Seguito alla lettera la ricetta dei panini all’olio…. ti dico solo che non li compro più….!!!! Grazieeeeeee 🙂

  • lucia

    Volevo chiederti una cortesia, questi deliziosi panini all’olio vorrei provare a farli con il lievito naturale ma nn so il tempo di lievitazione (sicuramente più alto, ma di quanto??) …..Grazie x la disponibilità…..

  • Fiorella

    Oggi ho provato a fare i panini, sono venuti bene!!! Grazie!!!!!
    Vorrei farteli vedere ma non so come inviarti a foto 😉

  • Cristina

    Ciao Vittorio! Mi chiamo Cristina, sono dalla Romania. Ho fatto i panini e mi sono riusciti. Bellisimi, giusto? E buonissimi davvero. https://twitter.com/Crys_Sasu/status/251687814754865153/photo/1/large Non posso credere che IO ho sfornato questi!
    Mille grazie! 😀

    Un saluto dalla Romania, e ci vediamo piu tardi!

  • Nicola

    Caro Vittorio,
    finalmente ho capito a cosa serve l’uovo nel pane!
    Stamattina ho fatto attenzione alla tabella degli ingredienti esposti in panificio e sono rimasto stupito di trovare su ogni ricetta degli additivi in particolare degli emulsionanti. Così cercando in internet ho trovato che il tuorlo d’uovo seguito dalla più efficace lecitina di soia sono i più antichi emulsionanti alimentari naturali, indispensabili a legare i grassi dell’olio con l’acqua. Così ho scoperto che per il pane esistono emulsionanti fortificanti e ammorbidenti usati ormai da tutti i panificatori proffessionisti, le tabelle degli ingredienti che trovo dal panettiere sotto casa ne sono la prova.
    Credo così di aver anche capito perchè nonostante la buona volontà, l’uso dell’impastatrice, e soprattutto il tuo blog, il mio pane non è mai buono come quello comprato dal fornaio. Che abbia ragione pensando che gli emulsionanti (e spero ci siano solo quelli parlando di additivi) fanno la differenza? Secondo te vale la pena utilizzarne di naturali se se ne trovano per le ricette domestiche?
    Grazie come sempre Vittorio!

  • Lenacy

    Ricetta fatta in questo momento e riuscita perfettamente. grazie mille! 🙂

    • @Lenacy  Ottimo. Puoi caricare le foto qui
      vivalafocaccia.com/2012/06/23/pane-ricetta-casa-facile-naturale-ricette-foto/
      – Vittorio

  • Perfetti!!! Bravissima!
    – Vittorio

  • Puo’ darsi. Certi panifici usano altri additivi chimici per migliorare la lievitazione. Io ne sto alla larga
    e… Prego
    – Vittorio

  • SergioCarlosManera

    Vittorio come mai l’impasto mi fa l’effetto “elastico” alla fine quando faccio le forme….mi torna in dietro….???

    • @SergioCarlosManera e’ abbastanza un buon segno. La prossima volta lascialo lievitare un po’ di piu’ prima di dargli la forma o usa farina un po’ piu’ debole (meno glutine, W piu’ basso)

  • SergioCarlosManera

    il pane all’olio di oliva e’ venuto buonissimo!!! ti ho inviato due foto però no le ho viste pubblicate… ciao Vittorio!!!

    • ultimamente tendo a pubblicarle su facebook.. e le pubblico a fine mese o ai primi del successivo…magari per sicurezza rimandale!

    • ma sono quelle che hai messo su Facebook? Spettacolo!!!! Bravissimo!! me ne sono accorto solo ora… 🙂

  • Lucio

    Gentile Vittorio, complimenti…
    vorrei segnalare due aspetti “tecnici” che penso aiuterebbero un po’ tutti gli appasionati.
    – i video risultano “tagliati” sulla parte destra, per cui non appare la possibilità di cliccare sull’icona per ingrandire a tutto schermo e qundi migliorarne la visione.
    – manca a mio avviso la possibilità di stampare le ricette e quindi, nonostante i veloci appunti, ogni tanto
    sorge qualche dubbio e si è costretti ad andare nuovamente al computer, riaccenderlo e rivedere il tutto.
    Grazie per la pazienza e ancora complimenti.
    Lucio

    • @Lucio Grazie. Quella del video devo proprio aggiustarla. Per il PDF, sto pensando a fare un electronic book con tutte le ricette

      • Lucio

        Grazie per la cortese e veloce risposta.
        Mi auguro ed auguro a tutti che l’electronic book
        venga attuato al più presto.
        Cordiali saluti.
        Lucio

  • La video ricetta che ho fatto di questi panini spopola sul mio blog grazie Vittorio
    http://www.aglioincamicia.com

  • CARO VITTORIO…
    VORREI FAR PARTE DI..:..VIVALAFOCACCIA SU FACEBOOK…MA E’ A GRUPPO CHIUSO E NON SO’ COME ENTRARVI.
    MI SONO RIVOLTA A DUE MEMBRI DI TALE GRUPPO CHIEDENDOGLIELO CON TANTA CORTESIA…MA NON SI SONO MINIMAMENTE CURATE DI RISPONDERMI.!.
    SPERO D’AVERE UNA RISPOSTA DA TE.
    GRAZIE E A PRESTO.

    ps.
    COMPLIMENTI PER TUTTO…

  • Virna

    Ciao Vittorio! Ho fatto spesso i tuoi panini all’olio sempre con ottimi risultati. Per problemi di lavoro, avrei bisogno di fare i panini alla sera e poi cuocerli la mattina successiva: se li metto nel frigo dopo aver formato i panini va bene? Prima di infornarli devo lasciarli fuori dal frigo tanto tempo? Grazie per la risposta che mi darai!
    Saluti da Genova!!
    Virna

  • Romina

    Vittorio,
    si puo’ utilizzare il lievito madre per fare questi panini?
    Se si, quale sarebbe il peso del lievito madre per questa ricetta?
    Grazie,

  • Maria_Pizza

    Ciao Vittorio, sito unico per taglio professionale e “processi” superdocumentati. Ho provato i panini all’olio e sono venuti strepitosi, ho caricato anche la foto. Nella ricetta l’uovo a cosa serve?
    Saluti a te e alla bella famiglia nonchè grazie e complimenti per l’impegno.

    • > Grazie. Non so a cosa serva l’uovo. Mi documento
      – Vittorio

      • Pat

        se posso dire la mia,
        il tuorlo d’uovo è un emulsinante che serve a rendere miscibile acqua ed olio e permettere che vengano ben distribuiti nell’impasto, rendendolo più elastico e morbido.
        Pat

  • Michela

    Ciao! Per aggiungere il sesamo ai panini bisogna spennellarli con dell’ olio?

    Sono proprio curiosa di provarli, perchè per me la panificazione è anche emozione oltre che soddisfazione…

    Attendo nuove ricette.

    Grazie di tutto!

    • Vittorio

      > Bagna la superficie con un po’ di acqua
      – Vittorio

  • Cristina

    e per cuocerlo nel forno a legna?
    come faccio a sapere quando il forno a legna è in temperatura?

  • Donatella Picchiotti

    Ma se uso l’impastatrice il risultato è lo stesso?

    • vivalafocaccia

      …con meno fatica.. 🙂

    • Lucia

      Io ho usato la mia nuova planetaria…e sono perfetti!!!

  • Pat

    Fantastici! …e sembra una passeggiata farli.
    Pat

    • vivalafocaccia

      Si’, e’ piuttosto facile
      Prova!
      – Vittorio

  • graziella

    Bravo Vittorio, sempre formidabili le tue ricette, GRAZIE !!!
    Ciao da Bologna.

    • vivalafocaccia

      Grazie!!!

  • ClaudiaAndrea Proietti

    Questi sono i miei panini all’olio, sono buoni ma se devo essere sincero non mi hanno soddisfatto pinamente, la mollica era troppo pesante, e la crosta non era molto spessa, non lo so ma sono soddisfatto a metà :-! dimmi tu Vittorio cosa ne pensi???????

    • vivalafocaccia

      Bisognerebbe vederli cotti. Mi sembrano discreti. Riprova cambia i tempi di lievitazione, il tempo che tieni l’acqua nel forno etc
      – Vittorio

    • emanuele corci

      scusa la ricetta del pane all’olio dice farina zero mentre invece dicxe la farina doppio zero. quale delle due si deve adoperare .grazie

      • vivalafocaccia

        Devo correggere..Puoi usare entrambe in verità. Con la 00 vengono più fini tipo quelli del video mentre con la 0 un po più rustici.

        • emanuele corci

          vi ringrazio appena posso provo tutti e due le farine poi vi diro’. grazie ancora saluti corci e

          Il giorno 5 maggio 2015 18:26, Disqus ha scritto:

  • ClaudiaAndrea Proietti

    questi sono i panini all’olio cotti, ho nebulizzato acqua un paio di volte in più di come hai fatto tu Vittorio potrebbe essere questo il motivo, credi comunque che siano lievitatiabbastanza ???????

    • vivalafocaccia

      mi sembra di si. Nebulizzando di piu’ viene la crosta piu’ sottile.
      Riprova vedrai che pian pianino trovi la formula giusta
      – Vittorio

  • ClaudiaAndrea Proietti

    ….

  • Lucia

    Fatti stasera!!!!
    Perfetti come sono di solito le ricette che metti nel sito.

  • Lucia

    Fatti stasera!!!!
    Perfetti come sono di solito le ricette che metti nel sito.

  • Lucia

    Io ho usato la mia nuova planetaria…e sono perfetti!!!

  • Annalisa Concu

    Posso sostituire il lievito secco in lievito madre? Se la risposta è positiva quanto lievito madre occorre? Grazie!!!

  • Annalisa Concu

    Posso sostituire il lievito secco con il lievito madre? Se la risposta è positiva quanto lievito madre? Grazie!!!

  • Annamaria Colantoni

    grande Vittorio. sei unico

  • Mimmo

    Ciao, in questa ricetta, se sostituisco il livito di Birra con il lievito madre, utilizando ovviamente le dosi consigliate dalla conversione, come mi regolo invece per i tempi di lievitazione? Ciao e grazie

    • vivalafocaccia

      Volume. Vai avanti quando raddoppia di volume

      Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Ivano Stefanelli

    Che farina hai usato? Manitoba? O una miscela?

    • vivalafocaccia

      Farina 0 di media forza 12% proteine

  • Alessandro

    Vittorio santone subito! 🙂 questi sono i miei, gli ho dato delle forme che ho visto in un video amatoriale – turco? – con una panificatrice incredibile. Ciaooo

    • vivalafocaccia

      Si l’ho vista anche io…bravissima. Ma anche tu non scherzi! 🙂 Spettacolo!

      • Alessandro

        🙂 cosa sarebbe la vita senza grandi maestri

        • vivalafocaccia

          Sei troppo gentile
          – Vittorio

  • Paola Sforzini

    come al solito con le tue linee guida o vate Vittorio il risultato è sempre spettacolare, anche se stravolgo un pochino le ricette miscelando di farine, questi mi sono venuti che sembrano quasi brioches infatti li ho pennellati con un poco di tuorlo ed acqua, soffici fragranti con una crosta sottilissima e con una durata incredibile. questi sono con 150 gr di farina di forza, 150 gr di una miscela di farro e grano saraceno e 200 integrale.
    davvero non so come ringraziarti, sto consigliando a tutti gli amici che è facilissimo fare pane e focacce basta consultare vivalafocaccia.com e assaggiando i risultati ci credono ^_^

    • vivalafocaccia

      Spettacolo davvero! Bravissima!!

  • Valeria Vasta

    il pane Mafalda palemitano, guarda un po’ se lo fai, e’ molto bono https://www.google.com/#q=pane+mafalda+di+palermo

    • vivalafocaccia

      Da provare.

  • Ermanno Colombini

    Per noi niente sesamo. Sono usciti meglio i panini della fotografia… Ciao e grazie!

    • vivalafocaccia

      Spettacolo! prego!

  • Chiara

    Ciao Vittorio, ho appena preparato questi panini e ho riscontrato due piccoli problemi:
    1) La seconda lievitazione, quella dopo la formatura dei panini, non è andata come mi aspettavo, sono cresciuti poco.
    2) Durante la cottura, i panini lunghi si sono leggermente spaccati in superficie
    Cosa posso aver sbagliato? Grazie
    Ps. ho usato metà farina 0 e metà 00

    • vivalafocaccia

      0 e 00 mi dice poco. L’importanza e’ la forza della farina (percentuale di proteine).
      1 – o li hai fatti lievitare troppo la prima volta, o troppo poco la seconda, o la farina era troppo debole
      3 – tipicamente e’ perche’ erano lievitati troppo poco

      • Chiara

        Grazie mille per la risposta.
        So che l’importanza è la forza ma purtroppo qui sulle confezioni di farina non è quasi mai riportata.
        Probabilmente li ho fatti lievitare troppo la prima volta allora, perchè la seconda li ho sempre tenuti sott’occhio. Prossima volta starò più attenta. Comunque li ho cotti e sono venuti buoni lo stesso! 🙂
        Alla prossima!

  • rosanna

    Ciao vittorio io vorrei farli senza tuorlo ,pensi che il risultato sia lo stesso?e devo aggiungere del liquido per sostituirlo?

    • vivalafocaccia

      Non credo che venga uguale perché il tuorlo in questa ricetta aiuta nella lievitazione.Puoi provare a sostituirle con la lecitina di soia.

Search
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in comments
Search in excerpt
Filter by Custom Post Type