Cerca su VivaLaFocaccia
Search
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in comments
Search in excerpt
Filter by Custom Post Type
0 0
Torta di Riso Salata di Alice e Bosio

Condividi con i tuoi amici:

Oppure puoi copiare e condividere questo url

Ingredienti

Ingredienti Sfoglia
150g Acqua
30 g Olio di Oliva
300 g Farina 00
4 g Sale
Ingredienti Ripieno
1000 g Acqua (1lt)
20 g Sale grosso
120 g Latte
300 g Riso Carnaroli
80 gr Parmigiano (40gr dentro e 40gr sopra)
0,130 g Zafferano (una bustina)
40 g Burro
1 Uovo Nella versione di Alice potete aggiungere 2 uova intere nel ripieno
60 g Olio di Semi
Noce Moscata (oppure se la trovate 1 bustina di "La Saporita" pisto di spezie)

Aggiungi ai preferiti

Devi effettuare il login oppure registrarti per aggiungere un segnalibro

Torta di Riso Salata di Alice e Bosio

Ingredienti

  • Ingredienti Sfoglia

  • Ingredienti Ripieno

Istruzioni

Ciao a tutti sono Angelo di VivaLaFocaccia!
Questa Torta è stata una delle merende della mia infanzia e adolescenza.

Ogni estate finite le scuole, come credo molti della mia generazione che avevano i nonni “già” in pensione andavo a passare l’estate in campagna con loro e in particolare ad Alice di Gavi in provincia di Alessandria.

All’epoca al paese durante l’estate si organizzavano due feste, la festa del Santo Patrono San Fermo e la Sagra della Torta di Riso che alcuni anni durava persino 3 giorni e coinvolgeva gran parte della gente di Alice e a volte anche di Bosio.

Beh.. mi ricordo che venivano da lontanissimo per assaggiare la Torta di Riso!

Da bambino durante quelle feste ero più interessato ai musicisti che venivano a suonare che alla ricetta della Torta e la passione per la musica è cresciuta tanto che ad una delle ultime sagre in una delle tre serate a suonare c’erano questi due ragazzi… 🙂

Vitto Angelo

Ma veniamo alla Ricetta della torta di Riso di cui conosco 2 versioni, una più ricca nel ripieno ed una un po più semplice che è quella da cui partiremo.

Video Ricetta Torta di Riso

La teglia che ho usato e’ di 37cm di diametro.

L’impasto è più che sufficiente per la maggior parte delle teglie che entrano nei forni casalinghi mentre per il ripieno potete usare il foglio di calcolo qui sotto.
Mettete nelle caselle verdi le misure in cm delle vostre teglie.Impostate a 0 i valori del tipo di teglia che non usate.

P.S. Mi sono dimenticato di citare le 3 fonti da cui arriva questa ricetta, le prime due sono mia sorella Antonella e mia cugina Milia di Alice che mi hanno fornito la versione industriale della ricetta della Festa della Torta di Riso.

L’altra e’ di 2 fans di VivaLaFocaccia che ringrazio Maurizio e Marina e la trovate qui in rete.

Angelo

Passaggi

1
Fatto

Impasto per la sfoglia




mettiamo nella ciotola Acqua Olio d'Oliva e Sale

2
Fatto




Impastiamo finche l'impasto non si stacca dai bordi

3
Fatto




Spostiamoci sulla spianatoia e formiamo una pagnotta

4
Fatto




Copriamola con la pellicola in modo che non faccia la pelle e mettiamo a riposare

5
Fatto

Per il Ripieno




Prendiamo una pentola e versiamo l'acqua

6
Fatto




Aggiungiamo il latte

7
Fatto




e il sale

8
Fatto




Mettiamo a scaldare e raggiunta l'ebollizione buttiamo il riso

9
Fatto




dopo 5 minuti aggiungiamo burro,

10
Fatto




metà del parmigiano, e lo zafferano

11
Fatto




trascorsi altri 5 minuti spegnete e lasciate raffreddare.Il riso nel frattempo continuerà ad assorbire l'acqua.

12
Fatto




Prendiamo ora la nostra pagnotta e con l'aiuto di qualche spolverata di farina iniziamo a tirare la sfoglia

13
Fatto

Terminiamo di tirare la sfoglia con le mani e stendiamola sul tegame.

14
Fatto




A seconda del vostro tegame potrebbe essere utile ungerlo leggermente per evitare che la torta si attacchi.

15
Fatto




Stendiamo ora bene il riso nella sfoglia

16
Fatto




Una volta ben distribuito e spianato mescoliamo in un piattino l'uovo e l'olio di semi.

17
Fatto




e versiamolo ditribuendolo bene sopra il ripieno

18
Fatto




Spolveriamo con la Noce Moscata o se lo abbiamo con il Pisto "La saporita" e rifiliamo il bordo intorno al tegame

19
Fatto




Ripieghiamo il bordo sull'impasto

20
Fatto




Spolveriamo con il parmigiano rimasto

21
Fatto




Inforniamo a forno gia caldo a 190 °C per 20-30 minuti fino a doratura

22
Fatto

Ecco come si presenta la nostra Torta di Riso Salata!



Ciao a tutti e alla prossima Ricetta!!!

Angelo

VivaLaFocaccia

Vittorio e Angelo sono i creatori e curatori di VivaLaFocaccia.com, il blog con le video ricette semplici per fare il pane in casa. Nato a Genova e cresciuto nel panificio di famiglia, con i suoi video tutorial Vittorio insegna i trucchi del mestiere a tutti gli appassionati e appassionate di arte bianca per fare il pane in casa come quello dei migliori panifici Italiani.

Recensioni Ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, utilizza il modulo qui sotto per scriverne una
precedente
I Panini in Padella
prossima
Ricetta Semplice Stecca di Pane
  • Davide Bugni

    Ottima ricetta, la proverò presto… che ggiovani nella foto :):)

    • vivalafocaccia

      1992 fai un po te! 🙂 Grazie Davide!!

      • Davide Bugni

        1992 . . . io facevo prima media 🙂

  • Tommaso

    …che dire….si è finita pure la bava….
    complimenti per la stesura della sfoglia!!!

    • vivalafocaccia

      Grazie! 🙂

  • Marco

    Accipicchia Angelo, ma sei bravissimo! Ora Vittorio non può più vantarsi tanto 🙂 Magari solo per l’ingegneria 🙂

    • vivalafocaccia

      si si prendetemi in giro! 🙂 Grazie! …Ho imparato da lui…

  • alegiack

    è venuta anche questa in modo spettacolare
    grazie ragazzi
    io ho solo aggiunto ricotta fresca artigianale..a mio avviso attenua i sapori e

    ottima sia calda che fredda
    alle prox..
    Alegiack

  • Alegiack

    allego le mie foto del risultato

    • vivalafocaccia

      Spettacolo!! bellissima!!

  • Alegiack

    Se arrivano

  • Ciao, l’ho provata ieri, tutto bene ma purtroppo è venuta salatissima, non so se
    la mia bilancia è poco precisa, ma con 25 gr. di sale era veramente
    troppo salata.
    Riproverò con meno sale, grazie comunque per la ricetta… da provare!

    • vivalafocaccia

      Bella! Grazie! eh si a volte a seconda anche del tipo di sale… ma piuttosto che mettere q.b. o un pizzico ho voluto s-bilanciarmi 🙂

      • Andrea

        Ma infatti 25 g di sale sono decisamente troppi. Oggi provo questa ricetta, ma non mi sarei mai sognato di usarne così tanto. Neanche nell’acqua della pasta ne metto così tanto 😀

        Angelo, mi sa che ti sei sbagliato. Pesa 25 g di sale e poi vedi quant’è. Mi sa che la bilancia era tarata male.
        Considera che circa 6 g è la dose giornaliera TOTALE raccomandata per un adulto… 😀

        • vivalafocaccia

          Può essere che risulti salata per qualcuno e sul sale non discuto più di tanto per quel motivo. Per scrupolo ho ricontrollato (questa volta con la bilancia nuova che mi hanno regalato a Natale… 🙂 22 gr è la quantità che ho pesato corrispondente ad un pugnetto di sale grosso (ed io ho le mani piccoline).Può essere che il mio sale sia meno sapido di altri.

        • Andrea

          Tra l’altro nella video ricetta si vede che ne mette un pizzico 😀

  • marta

    ho fatto questa torta già quattro volte correggendo i quasi inevitabili errori iniziali e adeguandola un pò ai gusti di questa famiglia ma, pur avendo mio marito e i miei figli divorato anche la teglia, un problema continua a rimanere: come mai il riso continua a risultare poco o per niente amalgamato (ovviamente disseminadosi per tutta la casa!); non credo che dipenda dagli ingredienti che ho aggiunto – un pizzico di paprica piccante e qualche acciuga sminuzzata… da cosa può dipendere?
    Siete grandi!
    Marta

    • vivalafocaccia

      Hai usato riso carnaroli ? Se vuoi legarla di più puoi aggiungere al riso un ulteriore uovo sbattuto appena spegni sotto la pentola..Ma controlla che il riso sia di tipo carnaroli perché è fondamentale per la riuscita.

  • Mauro Merlo

    Mio papà è di Bosio. E’ la prima volta che questa specialità locale viene messa on-line con questa attenzione

    • vivalafocaccia

      Io ho passato tutte le vacanze della mia gioventù fra Alice , Bosio e Gavi e come tante altre cose anche questa mi è rimasta nel cuore. 🙂

  • rossana

    ciao ho provato a fare la torta ed è in forno ke cuoce, il riso nn era bello cremoso cm il tuo, forse ti sei sbagliato a scrivere e hai scritto gr al posto di ml…….infatti il mio era brodoso ho dovuto colarlo cn il mestolo bucato…….se mi puoi rispondere ti ringrazio

    • vivalafocaccia

      No sono grammi ..abbiamo deciso di usare sempre la stessa unità di misura proprio per evitare confusione e per non incappare nei problemi di peso specifico.Le signore che mi hanno fatto la ricetta mi hanno raccomandato di usare riso di tipo carnaroli perché con risi di qualità differente potrebbe succedere che non assorba bene l’acqua.Eventualmente puoi farlo cuocere un po di più.. anche la fiamma differente potrebbe influire sul fatto di asciugare di più o di meno.

  • candida

    lamia versione prevede insieme ad un pugnetto di riso crudo, tre belle cipolle bianche affettate con la mandolina, un pugno generoso di parmigiano, una presa di sale, un filo di olio e.v. e all’occorrenza 1 o 2 uova intere… mescolate il tutto dentro ad una ciotola, dovrà risultare morbido e abbastanza bagnato, in caso contrario aggiungere un uovo,e la sfoglia non tagliarla ma ripiegala fino coprire il tutto…. prima di infornare a 180° x 20/30 minuti bagna il sopra della torta con una presa di olio e poi una di acqua spargendola x tutto il composto…. è una ricetta antichissima della lunigiana (pontremoli e dintorni)..e mi raccomando 1 volta sfornata, capovolgerla e coprirla con 1 canovaccio x circa 5 minuti prima di tagliarla, questo per renderla leggermente croccantina e non secca come un chiodo…. è squisita sia calda che fredda…. chi la prova x la prima volta, mi faccia sapere…..

    • vivalafocaccia

      Bella ricetta. Da provare… ma in lunigiana si trova o la fanno ormai solo le casalinghe?

      • candida

        a Pontremoli ci sono diversi posti, negozi appositi, conad, bar, in cui si può trovare questa ricetta di cipolle e riso, ma anche di porri e patate, e di erbette miste con patate cipolle uova parmigiano ecc..ecc…io le faccio spesso dato che se fatte abbastanza grandi da soddisfare tutti i commensali, sono un piatto unico… a vote se siamo tanti ne faccio 1 di un tipo e 1 di un altro…le preferenze sono cipolle e riso e patate e porri….sempre a vostra disposizione x chiarimenti o ricette….

        Il giorno 10 marzo 2015 23:50, Disqus ha scritto:

  • Davide Bugni

    esiste anche una versione dolce?

    • vivalafocaccia

      Ciao Davide! Esiste sicuramente la torta di riso dolce ma non è tipica di questi posti e che io sappia non è la stessa cosa in versione dolce. Non l’ho mai assaggiata.

  • Sabrina

    Ciao Angelo, la mia nonna ( alicese doc) la faceva leggermente diversa. faceva bollire circa 1/2lt di latte con 1/2 lt di acqua, una noce di burro ( circa20gr) è una manciata di parmigiano . Una volta raggiunto il bollore ,buttava il riso solitamente arborio ( 300/320gr per una teglia di 40cm di diametro), lo zafferano e un pizzico di sale facendo cuocere per 8 minuti. Una volta raffreddato, controllava la consistenza del riso, se risultava troppo asciutto aggiungeva latte freddo , se al contrario troppo brodoso lasciava riposare ancora, quindi aggiungeva parmigiano, due uova intere e aggiustava di sale. Una volta sistemato il riso sopra la sfoglia precedentemente preparata, distribuiva bene sopra l’uovo mescolato con un pochino di olio evo . Spolverata di parmigiano, saporita bertolini, bordi pasta arrotolati e via in forno. Che bontà la torta di riso…..
    Ciao , Sabrina

    • vivalafocaccia

      Ciao Sabrina.Grazie anche per queste precisazioni. L’aggiunta delle uova me l’ha sottolineata anche mia cugina mentre l’aggiunta del latte per aggiustare non la sapevo.Inoltre devo provare con il riso arborio che non ho mai provato. Tutti mi hanno sempre raccomandato il carnaroli. Chi era la tua nonna? Che Sabrina sei? Ci dovremmo conoscere credo 🙂 -angelo.

      • Sabrina

        Ciao Angelo sono la Sabrina di Andrea. Mia nonna era la Rina della Zerba. Io uso sempre l’arbitro e viene ottima anche con quello integrale. Ciao

        • vivalafocaccia

          Ah ecco! … quasi parenti.. 😉 Grazie! mi hai dato anche una bella idea con il riso integrale devo provare assolutamente. Salutami Andre! Speriamo di vederci un po in Alice. -angelo

Search
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in comments
Search in excerpt
Filter by Custom Post Type